Shamoji・杓文字

Lo shamoji non è che un piccolo cucchiaio di legno piatto, una spatola larga e corta, un semplice oggetto che però è immancabile nella cucina di una qualsiasi casa giapponese. L’utilizzo dello shamoji è infatti fondamentale. Esso serve a mescolare il riso cotto (gohan) e a metterlo nelle ciotole nelle quali viene comunemente servito.
Lo shamoji è altresì fondamentale nella preparazione nel sushi-gohan, il riso per il sushi. Il composto di aceto zucchero e sale che da’ sapore al sushi-gohan viene mescolato uniformemente al riso proprio con l’aiuto di questo strumento le cui dimensioni compatte lo rendono facile da impugnare e maneggiare. E’ importante infatti che i movimenti di questa fondamentale operazione siano rapidi e precisi e compiuti in modo tale da non causare la perdita di ulteriore amido che renderebbe il riso colloso (ed è proprio per evitare ciò che si lava il riso prima della cottura. Il riso bollito viene quindi’ “tagliato” con lo shamoji con movimenti dal centro verso l’esterno
ribaltandolo poi gentilmente dai bordi verso l’interno.
Lo shamoji, così come quasi tutte le spatole da cucina giapponesi, è normalmente fatto in legno di bambù o anche in plastica antiaderente con dei buchi che riproducono l’ideogramma giapponese per riso: kome, 米.

Tutto ciò che avete sempre voluto sapere sulla cucina giapponese